Norme di cessione e trasporto

Norme generali sulla vendita e informazioni:

Le norme di vendita si articolano in 6 punti non modificabili. I sottopunti sono perfezionamenti delle norme e sono aggiornabili in base alle necessità riscontrate dall’Allevamento al fine di garantire un servizio migliore.

— Sottopunti aggiornati in data 14 Novembre 2017 –

——————————————————————-

PUNTO 1) La legge italiana prevede che la vendita del pappagallino ondulato non necessiti della documentazione CITES. Tuttavia ho deciso comunque di anellare i miei soggetti in quanto l’anello è un elemento informativo fondamentale per qualsiasi volatile nato in cattività. I pappagalli nati nel mio allevamento nati dal 2017 al 2018 – presenteranno l’anello dell’AOE ROE 80B, mentre dal 2019 compreso in poi presenteranno l’anello FOI RNA 8FFC. Tutti i soggetti vengono anellati con l’anellino ufficiale di riconoscimento dell’allevamento alla zampa destra, con codici per il dritto verso di lettura (non a rovescio).

PUNTO 2) Per l’acquisto e la vendita del pappagallino le parti si impegnano ad incontrarsi in data e luogo prestabiliti attraverso un accordo stipulato in maniera preliminare tramite messaggi privati.

  • SOTTOPUNTO 1: L’acquirente provvederà al reperimento di una gabbietta o un trasportino, fondamentale per il trasporto dell’animale in tutta sicurezza dal luogo di incontro alla sua nuova dimora. Qualora l’acquirente non avesse tale strumento, può chiederne prestito all’allevamento su pagamento di una cauzione di Euro 12. Il trasportino deve poi essere riportato, dopo un massimo di giorni 3, all’allevamento, sempre tramite incontro, dove verranno restituiti i soldi della cauzione. In caso di mancata restituzione del trasportino, l’allevamento è tenuto a trattenere il denaro della cauzione al fine di coprire la perdita dell’oggetto in questione.

100_4900

  • SOTTOPUNTO 2: ATTENZIONE, per quanto concerne il TRASPORTO di piccoli animali, di seguito le NORME a carattere FERROVIARIO:  <<E’ ammesso, salvo particolari eccezioni, il trasporto gratuito di cani di piccola taglia, gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia, nella prima e nella seconda classe di tutte le categorie di treni, custoditi nell’apposito contenitore di dimensioni non superiori a cm. 70x30x50 e tale da escludere lesioni o danni sia ai viaggiatori sia alle vetture>>.

stazione-centrale-di-milano-526168.660x368

  • NOATM-logoRME DI COMPORTAMENTO PER I PASSEGGERI DEI MEZZI DI PUBBLICO TRASPORTO ATM (MILANO) su: Metropolitane, Tram, Bus
    <<Gli uccelli sono ammessi al trasporto previo pagamento di un biglietto a tariffa ordinaria urbana o della tratta interurbana interessata, per ogni gabbietta o contenitore se:
    a) la gabbietta o il contenitore non superano le seguenti dimensioni cm. 40x30x30;
    b) la gabbietta o il contenitore non presentano spigoli vivi o taglienti e sono di foggia tale da non presentare pericolo per gli altri passeggeri;
    c) la gabbietta o il contenitore non sono sudici o esalanti cattivi odori e sono privi di
    becchime e abbeveratoi colmi. Le gabbiette o i contenitori durante il trasporto devono essere tenuti in modo da non arrecare danno e fastidio a persone o cose.
    Ogni passeggero può trasportare due gabbiette>>.
    Quindi sia per treno che per mezzi ATM è garantita la possibilità di trasporto dell’animale nel trasportino che rispetta le dimensioni stabilite; il trasportino va tenuto sulle proprie gambe da seduti senza infastidire altri passeggeri o occupare altri posti. Per viaggi di questo tipo l’allevamento si impegna nella compilazione del mod.4 rosa per il trasporto animali da rilasciare al compratore o al trasportatore/viaggiatore.

PUNTO 3) L’acquirente ha il compito, precedentemente all’acquisto, di informarsi sull’etologia del pappagallino ondulato e sulle cure necessarie al suo mantenimento, garantendogli inoltre lo spazio vitale minimo (gabbia rettangolare minimo 60 -70 cm di lunghezza, 40 cm di larghezza, 50 cm di altezza per uno o due soggetti). Ovviamente più la gabbia è grande, meglio è!

4346_2

Immagine indicativa di una gabbia di dimensioni minime per una coppia

PUNTO 4) Per la salvaguardia dell’Allevamento e del pappagallino, l’acquirente deve sapere che il soggetto, una volta venduto, non torna indietro. Questo anche per motivi di salvaguardia per il pappagallo (per il quale il trasporto e l’adattamento ad ambienti nuovi comporta stress). Prima di acquistare o prenotare un soggetto, si invita l’acquirente a meditare bene sulla sua scelta.

  • SOTTOPUNTO: L’acquirente può decidere, una volta scelto il pappagallo (nota bene: indicato dall’Allevamento come “PRENOTABILE/DISPONIBILE”), di acquistare subito il soggetto e ritirarlo previo accordo, oppure di”bloccare” il soggetto attuando una prenotazione. La prenotazione di un soggetto ha validità massima di due settimane dalla richiesta di “stallo” del soggetto. Scadute le due settimane dalla richiesta, in caso di mancato acquisto, il pappagallo dell’Allevamento tornerà ad essere disponibile.

PUNTO 5) Il pappagallo ha una personalità propria complessa che può piacere o meno, proprio come un essere umano. Creare una convivenza sana e pacifica deve essere l’obiettivo minimo da raggiungere per il neo-proprietario.

PUNTO 6) È buona norma che il pappagallino ceduto non venga rivenduto a terzi. A questo fine, foto post-affido sono ben gradite.


PREZZI DEI SOGGETTI*:  dai 15 ai 50 Euro (prezzo indicativo di mercato italiano di un pappagallino ondulato)

I prezzi vengono comunicati preventivamente all’interessato.

*NOTA: i prezzi non sono modificabili nè trattabili, non si svende e non si cedono soggetti pre-svezzati. I prezzi fissati rispettano quelli del mercato milanese e di altri allevatori del territorio.

ATTENZIONE!

L’ALLEVAMENTO NON SI ASSUME ALCUNA RESPONSABILITA’ IN CASO DI:

  • SMARRIMENTO/FURTO (CONTATTARE EMPA, LIPU, FORZE DELL’ORDINE, GRUPPI SOCIAL DEDICATI E FAR PRESENTE DEL CODICE IDENTIFICATIVO DELL’ANELLO SULLA ZAMPA DELL’ANIMALE);
  • QUALORA L’ANIMALE SI DOVESSE AMMALARE IN CASA DEL NEOPROPRIETARIO / AL DI FUORI DELL’ALLEVAMENTO (A TAL PROPOSITO DOVRA’ RIVOLGERSI AD UN VETERINARIO AVIARIO SPECIALIZZATO);
  • QUALORA L’ANIMALE DOVESSE APPRENDERECOMPORTAMENTI NEGATIVIACAUSA DELLA CATTIVA GESTIONE/EDUCAZIONE DEL NEOPROPRIETARIO (CONTATTARE UN COMPORTAMENTISTA CHE SI OCCUPA DI PAPPAGALLI PUO’ ESSERE D’AIUTO A COMPRENDERNE LA NATURA).

COME DI REGOLAMENTO SI RISPETTANO LE SEGUENTI NORMATIVE:

è VIETATO:

  • Cedere/richiedere esemplari di provenienza illecita o di cattura;
  • Cedere/richiedere  esemplari non ancora completamente svezzati (sia naturalmente che artificialmente);
  • Cedere/richiedere esemplari di qualsiasi specie soggetta a regolamentazione CITES senza regolare documentazione.

Elena Bello

Tutte le foto e i contenuti sono privati, ne è vietata la copia e l’utilizzo senza il mio consenso.